logo

Clicca sulla chiesa per accedere

In Preghiera per l'Italia

Giovedì 19 marzo 2020, ore 21.00 - Festa di San Giuseppe

Una preghiera corale degli italiani per invocare la protezione di san Giuseppe, Custode del Signore e dell’umanità.

 

«In questo momento di emergenza sanitaria, la Chiesa italiana promuove un momento di preghiera per tutto il Paese, invitando ogni famiglia, ogni fedele, ogni comunità religiosa a recitare in casa il Rosario (Misteri della luce), simbolicamente uniti alle 21 di giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia.

Alle finestre delle case si propone di esporre un piccolo drappo bianco o una candela accesa».

(Conferenza Episcopale Italiana)

Alle 21.00 tutti i campanili del Friuli suoneranno le campane per invitare i fedeli alla preghiera.
Noi sacerdoti di Codroipo e le suore Rosarie ci raccoglieremo in preghiera (a porte chiuse) davanti all'immagine del Cristo Nero, a cui sono legati particolarmente non solo i codroipesi ma tutti i cristiani del Medio Friuli.

 

Leggi e scarica il SUSSIDIO per il ROSARIO del 19 marzo 2020

Preghiera del 19 marzo: invito e spiegazione della proposta

Per chi vuole approfondire... "Il Cristo nero: storia della pietà popolare per il SS.mo Crocifisso di Codroipo"

 

 

Alcuni consigli per vivere al meglio questo momento di preghiera:


Creiamo uno spazio dedicato e appropriato - Per questo momento di preghiera è opportuno allestire con semplicità il luogo di incontro. Se possibile, prepariamo un'immagine sacra con un fiore o una candela. Alla finestra, esponiamo un piccolo drappo bianco o una candela accesa.

 

Prepariamo noi stessi e la famiglia - Dedichiamo qualche istante anche ad introdurre i più piccoli a questo momento, spiegando loro che cosa si farà, in comunione con le altre persone di tutta Italia.

 

Un'occasione importante - Sebbene nata da circostanze emergenziali, questa può diventare un'occasione per rafforzare o rilanciare una dimensione spirituale domestica, famigliare. Cogliamola dunque con questo spirito e la consapevolezza dell'essere in comunione con la Chiesa.